DEMOCRAZIA SINDACALE: lo sceriffo Maddox si è affacciato al Liceo “De Chirico” di Roma!

Nazionale -

La “Circolare Guantanamo” superata dalla FLC Roma-Sud..


L'antefatto: 3 marzo 2011 al Liceo “De Chirico” il Dirigente Scolastico emana una circolare che lo renderà famoso, non solo nella sua scuola. La circolare per il suo contenuto venne definita “circolare Guantanamo”, solo per citarne alcuni passi:

 

www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/17/circolare-guantanamo/98279/

“ L’entrata in classe dei “docenti” deve avvenire sempre in I ora, 5 minuti prima dell’inizio lezione, ovvero alle 07,55, come da C.C.N.L. (art. 29 comma 5)
-
Ogni comportamento difforme è sanzionabile in termini penali in quanto configurabile come truffa allo Stato;
-
Le soste in corridoio in “amena conversazione”, non sono raffigurabili come presenza a Scuola;
-
L’istigazione all’inosservanza di norme e comportamenti che regolano la vita scolastica, visto che rivolti a minori sono configurabili in termini penali come “circonvenzione di minori”;
- È opportuno che non sia dato il consenso all’uscita dalla classe degli allievi prima della seconda ora e comunque non più di uno alla volta. L’uscita del successivo allievo può essere concessa solo e soltanto al rientro del precedente;
-
Vale sempre il comportamento che regola “la funzione docente” e nel caso di omissione si configura la “culpa in vigilando”, che rientra nel penale;
-
L’entrata in ritardo dei docenti, potrà essere rilevata direttamente dalla Guardia di Finanza;
-
Il personale Ata deve dare seguito alle indicazioni derivanti dall’applicazione del regolamento di Istituto, del decreto “Brunetta” che regola le assenze, e dalle comunicazioni ripetute della Vice-Presidenza.”


Lo stesso Dirigente, solo nel febbraio precedente, aveva disposto la sospensione dei servizi (dalle fotocopie alle attività previste dal POF) a causa dei mancati “contributi volontari” delle famiglie!


Con il nuovo anno scolastico cambia il DS e lo scorso 28 settembre l'USB è stata costretta a diffidarlo per le trattenute ai docenti durante lo sciopero orario indetto il 6 settembre ma, soprattutto, per contestare la mancata pubblicazione degli scioperi con apposite circolari come previsto dalla legge 146/90. Il 7 ottobre il personale ATA in massa ha aderito allo sciopero proclamato da USB.


Da settembre succede che la RSU decade per il trasferimento dell'eletta nella lista della FLC.

In questo contesto, descritto qui solo sommariamente, la RSU indice una assemblea sindacale il 18/10.


A questo punto interviene lo sceriffo Maddox (ricordate il film “Io sono la Legge”?): l'assemblea non si può fare!

Dalla FLC-Roma Sud arriva una comunicazione su cui non facciamo commenti, ognuno può leggerla e farsi una propria opinione.


Ci fa obbligo però dare un riferimento “tecnico-sindacale”: si tratta di uno stralcio di nota dell'ARAN del 2004 (che trovate allegata)


In tutti i casi di decadenza, nel corso del triennio dalla loro elezione, occorre fare riferimento a quanto stabilito nell'Accordo di interpretazione autentica del 13 febbraio 2001 che prevede:

a) la rielezione della RSU entro i cinquanta giorni immediatamente successivi alla decadenza (attivando le procedure entro cinque giorni da quest'ultima);

b) nell'attesa, la prosecuzione delle relazioni sindacali con le organizzazioni di categoria firmatarie dei CCNL e con gli eventuali componenti della RSU rimasti in carica;

c) la possibilità che, nel periodo di cui al punto precedente, si possa pervenire alla sottoscrizione dei contratti integrativi con i componenti della RSU rimasti in carica e le organizzazioni sindacali di categoria sopracitate.

Ai sensi dell'art. 1 parte II del regolamento elettorale dell'Accordo quadro del 7 agosto 1998, solo le Organizzazioni sindacali rappresentative, congiuntamente o disgiuntamente, possono indire le nuove elezioni.


Dal 2004 ad oggi tutte le note ulteriori ne hanno confermato il contenuto.


D'altra parte dire che l'assemblea può essere indetta dalla RSU nel suo complesso e non dai singoli componenti …”. è in questo caso abbastanza pleonastico, l'RSU al “De Chirico” è composta da 1 (uno) componente! E se per l'ARAN è in condizione di “firmare” un contratto integrativo come potrebbe non avere titolo per proclamare una assemblea?


Poniamo solo delle domande:

  1. perchè la FLC non ha ancora provveduto ad indire le elezioni della RSU al” De Chirico”?

  2. Lo sa la FLC Roma Sud che solo le Organizzazioni sindacali rappresentative, congiuntamente o disgiuntamente, possono indire le nuove elezioni, e che né la RSU, né i lavoratori possono farlo ?

  3. Quali “guai” si possono avere dalla proclamazione di una assemblea sindacale (seppure fosse ottenuta illegittimamente)?

  4. E' questo lo spirito democratico che animerà la campagna elettorale della FLC-Roma Sud per le prossime elezioni RSU?

Proponiamo ai lavoratori di inviarci i loro commenti ed eventualmente le proprie domande da rivolgere alla FLC-Roma Sud: con USB esprimere le proprie opinioni non “è fonte di guai”!!