PERMESSI PER VISITE MEDICHE: INDICAZIONI PRATICHE PER I LAVORATORI COINVOLTI

Nazionale -

PALESEMENTE ILLEGITTIMA LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA DEL 17 FEBBRAIO - L'USB NE CHIEDE L'IMMEDIATA DISAPPLICAZIONE E DIFFIDA I DIRIGENTI

 

Una circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica del 17 febbraio stabilisce che, a seguito dell’entrata in vigore della Legge 125/2013 (conversione del D.L. 101/2013), d’ora in avanti per sottoporsi a visite mediche specialistiche non si potrà più fruire di giorni di malattia, bensì solo di permessi personali (3 in un anno, per giunta non retribuiti ai precari) o permessi a recupero (massimo 2 ore).

Questa circolare, oltre ad essere ingiusta, è palesemente illegittima. Rimandiamo al testo in allegato e in calce l’indicazione delle numerose ragioni di illegittimità, ma intendiamo fornire subito alcuni suggerimenti su come comportarsi in questi mesi nei quali giocheremo un’importante partita volta ad ottenerne il ritiro.

1) Fino all’emanazione della circolare del 17 febbraio, le scuole hanno continuato a comportarsi come in passato anche dopo l’approvazione del D.L. 101/2013, accordando i giorni di malattia (decurtati in base alla Legge Brunetta, lo ricordiamo). Ora alcuni dirigenti chiedono addirittura che le giornate fruite dal 1 gennaio 2014, fino all’emanazione della circolare, vengano tramutate in permessi o ferie e cercano di imporre ai lavoratori la presentazione di una formale domanda in tal senso. E’ evidente che dobbiamo rifiutarci e informare immediatamente la locale sede dell’USB affinchè intervenga. Se il dirigente non ha modificato i moduli di richiesta e ha lasciato la possibilità di fruire di giorni di malattia, la responsabilità è sua e non può pretendere nulla dal lavoratore. Stiamo inviando diffide in tutte le scuole per evitare questi comportamenti.

2) Dobbiamo continuare a richiedere giorni di malattia. Il MIUR non ha ancora emanato una nota applicativa della Legge 125/2013 per il comparto scuola, pertanto qualsiasi “salto in avanti” dei dirigenti si configura come un abuso di potere. In allegato abbiamo preparato un modello di domanda da utilizzare in caso di assenza per visita medica. In presenza di diniego, contattare la sede USB per ottenere assistenza.

 

In allegato trovate il testo del commento giuridico dell’USB sulla vicenda, il fac-simile di domanda e il testo della diffida che stiamo inviando ai dirigenti scolastici.

 

La battaglia giuridica non potrà sostituire la necessaria mobilitazione.

Le giornate di sciopero del 6-7-13 maggio saranno la prima occasione per esprimere la nostra forte protesta contro questo ennesimo attacco alla dignità e ai diritti dei lavoratori della scuola. Scioperate e fate scioperare.

 

CONTRO LE NORME RESTRITTIVE DEL DIRITTO ALLA SALUTE, USB HA LANCIATO UNA PETIZIONE PER LA LORO ABROGAZIONE. SCARICA IL MATERIALE DA pubblicoimpiego.usb.it/index.php

 

USB Pubblico Impiego - Scuola