CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DELLA SCUOLA. SOLIDARIETA' AI COLLEGHI DEL COORDINAMENTO 3 OTTOBRE DI MILANO

In allegato il nostro volantino e quello del comitato 3 ottobre di milano

Milano -

RdB Scuola esprime convinta solidarietà in vista dell’importantissimo e significativo momento di protesta di martedì 20 aprile che vi vedrà impegnati in occasione dell’incontro tra dirigenti scolastici e industriali lombardi.

Non c’è dubbio che l’introduzione dei comitati tecnici nelle scuole superiori sia un chiaro elemento di privatizzazione, pensato allo scopo di finalizzare la scuola pubblica ai profitti delle imprese; ciò al prezzo di una sempre più marcata precarizzazione, dello sfruttamento del personale e dello svilimento dei percorsi formativi per le giovani generazioni.


In questi mesi stiamo rilevando continui segnali della crescente svendita della scuola ai privati.


La norma sull’apprendistato a 15 anni;


l’introduzione di corsi disciplinari pomeridiani gestiti direttamente dalle imprese con personale sottopagato e sfruttato e con l’espulsione di precari statali che svolgevano lo stesso lavoro; il sempre maggiore ricorso a contratti di prestazione d’opera nelle scuole e ai “contributi” delle famiglie per il semplice funzionamento;


il proliferare di “aziende scolastiche paritarie”, dimostrano il vero disegno della politica scolastica di questo governo.



Altro che riforme, l’obiettivo è regalare ai privati fondi pubblici ed enormi prospettive di profitto. Per realizzarlo si è puntato a triplicare i precari in dieci anni, mediante la non sostituzione del personale che andava in pensione con personale assunto;


ciò al fine di poter poi più facilmente tagliare i posti di lavoro ed esternalizzare quote crescenti dell’istruzione.


Il piano è talmente spudorato che lo stesso sottosegretario Bocchieri, numero 2 del ministero, risulta essere vice presidente della maggiore azienda di lavoro interinale del paese. Non stupisce che sia stato proprio lui a curare i dettagli tecnico-politici della riforma delle superiori. Occorre denunciare con forza questo scempio e vediamo nella vostra protesta un segnale chiaro e determinato, da prendere ad esempio e riproporre in ogni città.



Dovremo ora cercare di bloccare questo disegno scellerato, proseguendo nelle azioni di opposizione e puntando allo sciopero degli scrutini del secondo quadrimestre.


RdB Scuola è pronta allo sciopero e sta lanciando una campagna di sensibilizzazione e di consultazione tra i lavoratori per promuoverne la riuscita attraverso una reale adesione che fondi sulla volontà espressa nei luoghi di lavoro.


Siamo certi che ci troveremo fianco a fianco. Nel frattempo, buona lotta.

Roma, 18 aprile 2010

 

 

Coordinamento Nazionale RdB Scuola

 

 

.


SIT-IN di PROTESTA CONTRO L'INGRESSO DEI PRIVATI NELLE SCUOLE
20 aprile, dalle 16,30 alle 19 presso l'Assolombarda, via Pantano 9



PERCHÉ LA SCUOLA PUBBLICA CONTINUI A FORMARE IL CITTADINO,NON IL LAVORATORE PRECARIO DI DOMANI!!
NO ALL'INGRESSO DEI PRIVATI DELLA SCUOLA NO AI TAGLI DI MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO NO ALLA REGIONALIZZAZIONE DELL'ISTRUZIONE

Coordinamento lavoratori della scuola "3ottobre"- C.P.S. Milano

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni