FISE: NOI STIAMO CON IL PAME

Nazionale -

Grandissime manifestazioni in tutta la Grecia si stanno svolgendo contro l'ennesimo Accordo tra il Governo Greco e la Trojka.

in allegato Comunicato del FISE -foto e video

Il Pame non ferma la sua incessantemente lotta contro i ricatti e la distruzione sistematica di tutti i diritti dei lavoratori e del popolo greco.

La lotta del Pame è la lotta Federazione Mondiale dei Sinadacati degli Insegnanti (FISE) e dei lavoratori della scuola europei che stanno subendo l'attacco durussimo alle proprie condizioni di vita e di lavoro.

L'Accordo Europeo è ancora una volta sulla pelle dei lavoratori greci e dei loro figli.

Il nuovo memorandum Tsipras è composto da una serie di dure misure

antipopolari, che inaspriscono il peso già insopportabile dei precedenti

memorandum e delle relative leggi applicative emanate dai governi

ND-PASOK.

Quest'ultimo memorandum reca il sigillo di ND, PASOK e POTAMI (centro- destra), perché la dichiarazione congiunta che hanno firmato e il loro voto in Parlamento ha conferito carta bianca al governo per formare il nuovo pacchetto di misure barbariche che accompagnano l'accordo.

La posizione assunta da quasi tutti i mezzi di comunicazione di proprietà privata, dopo aver accusato SYRIZA di voler portare la Grecia fuori dalla zona euro tramite il referendum, ora plaudono e lodano le sue scelte, perché è stato "restituito" il senso del realismo.

Oggi, i partiti del NO (SYRIZA-ANEL) con i partiti del SI (ND-POTAMI-PASOK) chiedono al popolo di dire SI ad un nuovo protocollo, che scarica nuovi oneri sulla classe operaia e sui ceti popolari poveri con misure antipopolari, come quelle che il popolo greco aveva intenzione di respingere nel referendum.

Il governo in sostanza sobbarca il popolo con un nuovo prestito del valore di 86 miliardi di euro e le relative misure selvagge che lo accompagnano, come ad esempio l'ulteriore

riduzione dei redditi popolari,

nuove ingenti tasse e il mantenimento della ENFIA (la nuova tassa di proprietà),

il significativo aumento dell'IVA sui prodotti di consumo popolare di massa e il prelievo di solidarietà,

la riduzione delle pensioni, l'implementazione di un nuovo e peggior regime previdenziale, la graduale abolizione di EKAS (previdenza complementare per i pensionati poveri),

le nuove privatizzazioni,

le misure della "cassetta degli attrezzi" dell'OCSE, ecc.

Contro il popolo vengono utilizzati da 5 anni a questa parte gli stessi ricatti e dilemmi, per costringerlo ad accettare queste misure: un nuovo e ancora più duro memorandum o il fallimento dello stato tramite una Grexit?

Lo stesso dilemma sottoposto per il memorandum 1 e 2 è stato ripetuto in ogni occasione prima della restituzione di una rata. Ogni volta la gente deve scegliere il male "minore", che alla fine si rivela essere il male peggiore.

Il governo di coalizione SYRIZA-ANEL oggi usa la stessa tattica e retorica.

 

 

 

foto galleria del 15 luglio 2015

 

https://plus.google.com/+PamehellasGr/photos

 

 

 

 

 COMUNICATO DEL FISE 

 

   

 

IL FISE, la Federazione Mondiale dei sindacati degli insegnanti affiliata al FSM, sostiene la lotta del PAME contro il nuovo accordo, antipopolare e anti-lavoratori, il terzo memorandum che è stato deciso al Vertice Europeo, che dimostra, ancora una volta, che l'Unione europea è un'alleanza fatta per prendersi cura della salvezza dei capitalisti, per questo prende misure severe per il popolo della Grecia che avrà un grande impatto sulla classe operaia in tutto il mondo . L'Unione europea e i partiti politici che lo sostengono sono dannosi per gli interessi di tutti i popoli.
Invitiamo gli insegnanti della Grecia a partecipare alle dimostrazioni di lotta del PAME .

La classe operaia della Grecia non approva il nuovo accordo.

Siamo con la sua lotta per dire:

No alla nuova barbarie terzo memorandum.

No alle nuove misure brutali .

I nostri saluti militanti

Avanti con la lotta di tutti noi

il Segretariato

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni