FISE: SCUOLE PER IL POPOLO, NON PER L'ESERCITO

Nazionale -

Siamo stati informati, attraverso la Rete, che il governo di Israele premia gli insegnanti che incoraggiano i loro studenti ad arruolarsi nell'esercito.
Per tre anni di servizio obbligatorio. Gli insegnanti sono premiati in base al successo del programma. Nel programma, ci sono ufficiali dell'esercito che partecipano, visita
no le scuole, organizzano discorsi. Spiegano agli studenti l'importanza dell'esercito per l'esistenza di Israele.


Il Ministero della Pubblica Istruzione organizza "escursioni" nei territori occupati della Cisgiordania, come Hebron, dove ci sono colonie israeliane.
Questo rapporto tra la scuola e l'esercito non esiste solo in Israele. In Inghilterra, il ministro della Pubblica Istruzione
apre le scuole ai soldati ed ex-ufficiali dell'esercito, in modo che i bambini possano conoscere la moralità militare.

Negli Stati Uniti, i soldati passeggiano all'interno delle scuole, in particolare intorno a quartieri poveri.
La FISE chiama tutti gli insegnanti in Israele, in America, in Inghilterra, e in tutto il mondo per resistere agli sforzi dei governi imperialisti e
delle loro organizzazioni a plagiare la coscienza dei bambini facendogli prendere familiarità con i loro interessi e la guerra.
Chiediamo loro di insegnare agli studenti i valori che sono utili, come l'amore per la pace, la libertà, il rispetto dei diritti della classe operaia.
Per insegnare loro che devono combattere contro coloro che svolgono le guerre imperialiste, contro chi vuole i giovani schiav
i e dipendenti da programmi elaborati dal personale imperialista.

Chiamiamo i sindacati degli insegnanti
di non sottovalutare le disposizioni imperialiste che vogliono i nostri figli per farli uccidere in guerra, cosicché le società multinazionali e i monopoli possano aumentare i loro profitti.


LOTTIAMO PER LA LIBERA ISTRUZIONE PUBBLICA

AL SERVIZIO DELLA CLASSE DEI LAVORATORI


la Segreteria

1 febbraio 2013

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni