GARANTIAMOCI IL DIRITTO ALLO SCIOPERO!!

Nazionale -


Segnalate a scuola@usb.it tutti i comportamenti scorretti dei Dirigenti Scolastici

Martedì 15 aprile ore 10 a Piazza del Gesù Roma Presidio alla Commissione di Garanzia Sciopero

Lo sciopero è una forma di lotta che consente ai lavoratori di portare i propri problemi e le soluzioni possibili nelle stanze di chi decide per loro.

Non è un caso che il maggior sforzo di Governi ed padroni sia quello di impedire che lo sciopero avvenga e quando non è possibile fermarlo tutti i tentativi sono per svuotarne le potenzialità a partire dalle rivendicazioni (e a questo ci pensano i sindacati “amici”) seminando sfiducia e rassegnazione tra i lavoratori o se neanche questo è sufficiente la repressione in piazza e nei luoghi di lavoro è sempre là pronta ad incutere la paura.

In questi decenni di lavoro incessante di svuotamento di senso dello sciopero uno degli strumenti che meglio ha funzionato è stata la legge 146/90, la legge “antisciopero”.

La Commissione che ne verifica l'applicazione non perde occasione specialmente nei trasporti e nel privato di far sentire la sua pesante mano, con sanzioni e divieti.

Sarebbe forse più necessaria una “Commissione” che vigili sull'applicazione delle norme sul diritto allo studio o alla salute o rafforzare il numero degli ispettori del lavoro o i responsabili sulla sicurezza delle scuole!

Nella Scuola, settore pubblico e per questo ritenuto più garantito, le cose invece non vanno tanto meglio. Siamo un servizio “essenziale” solo quando scioperiamo!

Ad ogni sciopero nella Scuola assistiamo ad una persistente azione da parte dei Dirigenti tesa ad impedire che lo sciopero avvenga anche in aperta violazione della stessa legge 146/90, abbiamo sottoposto il problema più volte alla Commissione e al MIUR, la risposta sempre la stessa : “Segnalateci i casi concreti, i singoli Dirigenti così che possiamo prendere i provvedimenti conseguenti”. Comodi!!

Quest'anno non vorremmo lasciare senza lavoro la Commissione!

Invitiamo per tanto i lavoratori a segnalarci le irregolarità e gli abusi da parte dei Dirigenti.

Per questo manifesteremo a Roma il 15 aprile sotto la sede della Commissione di Garanzia.

Ripetiamo a favore di tutti il contenuto della lettera che in ogni occasione di sciopero mandiamo ai Dirigenti Scolastici




Caro Dirigente!

OGGETTO: NORMATIVA IN OCCASIONE DI SCIOPERO


In occasione della proclamazione di scioperi (dell'USB come di altri sindacati) sono giunte alla scrivente Organizzazione Sindacale numerose segnalazioni relative al mancato rispetto da parte di numerosi Dirigenti Scolastici della Legge 146/90, così come modificata dalla Legge 83/2000.


Si rammenta che, ai sensi della normativa vigente,


  1. E’ obbligo e responsabilità del Dirigente Scolastico emanare adeguata comunicazione sulla proclamazione di uno sciopero, sia al personale che alle famiglie; in caso contrario si lederebbero, tra l’altro, i diritti dell’utenza di un servizio pubblico essenziale;

  2. Non sussiste alcun obbligo da parte del personale ad esprimere le proprie intenzioni rispetto all’adesione ad uno sciopero, né preventivamente né durante la giornata dello sciopero; è compito del Dirigente Scolastico rilevare il personale in servizio e computare il restante personale (salvo la presenza di richieste di permesso) tra quello aderente allo sciopero e solo dopo l’inizio dell’ultimo turno di lavoro;

  3. Risulta comportamento antisindacale lo spostamento di attività già programmate e calendarizzate, in occasione della proclamazione di uno sciopero;

  4. La trattenuta stipendiale in caso di sciopero va attuata solo in caso di astensione da un’attività lavorativa programmata e calendarizzata e in misura dell’effettiva durata dell’impegno e non in base a ipotesi o congetture della dirigenza scolastica.


Auspichiamo una diversa gestione delle pratiche relative agli scioperi

L’USB Scuola ha in diverse occasioni segnalato tali condotte antidoverose sia agli Istituti interessati, sia alla Commissione di Garanzia, sia al MIUR. Il perdurare di simili episodi imporrà alla scrivente O.S. di procedere per via giudiziaria.


Questi ed altri episodi saranno a breve oggetto di un incontro tra la scrivente O.S., il MIUR e la Commissione di Garanzia Scioperi, nel quale verranno esposti i casi di violazione della normativa e verranno richiesti provvedimenti a carico dei dirigenti coinvolti.

.



6 e 7 MAGGIO le SCUOLE ELEMENTARI

13 MAGGIO le SCUOLE SUPERIORI DI PRIMO e SECONDO GRADO.


saranno tre giorni di lotta, studenti, famiglie con i lavoratori

per riconquistare la scuola statale, libera, laica e di massa.

IL 6, 7 E IL 13 MAGGIO,

LA SCUOLA LA CHIUDIAMO NOI, NON L'INVALSI!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni