No al lavoro notturno e festivo del personale ATA

Ci risiamo. Anche quest'anno, in piena estate, arriva la circolare del MIUR che prevede l'apertura del sistema SIDI anche di sabato e domenica dalle ore 7 alle ore 22 per costringere il personale di segreteria a inserire le domande dei docenti supplenti di terza fascia che stanno aggiornando le graduatorie di istituto.

Nazionale -

 

La medesima situazione si era verificata l'anno scorso, sempre per poter ottemperare a scadenze impossibili imposte dal Ministero. Che gli applicati di segreteria si vedano nei fatti obbligati a lavorare da casa il sabato e la domenica con una nota scritta appare francamente intollerabile, così come sta diventando inaccettabile la situazione generale di aumento dei carichi di lavoro del personale ATA: gli assistenti amministrativi, in particolar modo, con organico ridotto e senza diritto alla sostituzione in caso di malattia, devono rinunciare al riposo e alle ferie. Una condizione di lavoro ormai non più gestibile che addirittura travalica le regole presenti nel contratto collettivo nazionale rispetto a orari di lavoro, riposi e ferie.

L'USB Scuola chiede il ritiro immediato della suddetta circolare e il rinvio della scadenza di inserimento delle domande di terza fascia del personale docente, al fine di tutelare il corretto svolgimento delle procedure e il diritto del personale ATA a godere del diritto al riposo e al recupero fisico. Chiediamo anche che per il prossimo anno scolastico venga rivista la normativa sulle supplenze in caso di malattia del personale ATA e che si stabilisca un consistente aumento degli organici affinché non sia più necessario lavorare di urgenza arrivando a stravolgere le regole del contratto collettivo nazionale senza tenere in alcuna considerazione i diritti dei lavoratori.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni