Precari USB: Conclusa l'occupazione della Regione Calabria ma la lotta non si ferma. Mercoledì un altro appuntamento con la Regione per preparare le basi di un tavolo nazionale

Reggio Calabria -

I Precari della Scuola e gli Lsu/Lpu della Confederazione USB, ieri  sera (26 novembre)  hanno occupato la Regione fino alle ore 20,30.



Il previsto incontro svoltosi ieri tra la Confederazione Sindacale USB con il Governatore della Calabria, non ha prodotto, infatti, i risultati che migliaia di lavoratori aspettavano e che per rivendicarli sono scesi in piazza nella bella manifestazione del 25 novembre a Villa.



I lavoratori ed il Sindacato hanno deciso così di occupare la Regione.



L’occupazione del tutto pacifica, ha segnato qualche piccolo momento di tensione allorquando la polizia presente, non ha consentito a quanti erano fuori a formare un presidio di sostegno di rifornire di acqua e panini gli occupanti.



L’ occupazione si è comunque conclusa dopo una mediazione dell’assessore Stillitani che ha annunciato un tavolo tecnico tra la USB, lui stesso e l’assessore alla cultura Caligiuri, per preparare le basi per un tavolo nazionale.; inoltre Stillitani ha assicurato che si sarebbe adoperato per recuperare fondi tra quelli straordinari previsti per il sud.



La Confederazione USB e i lavoratori hanno deciso di sospendere la protesta e di andare a scoprire le carte del governo regionale, mercoledì quando ci sarà l’apertura dell’annunciato tavolo tecnico.



Per questo motivo, i lavoratori della USB hanno deciso di lasciare palazzo Alemanni, pur mantenendo alta la mobilitazione.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni