Privatizzare la scuola è un reato: contro i lavoratori, contro le giovani generazioni. Roma la scuola pubblica "mangiata" a pezzi dai privati

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del comitato genitori di Roma dell'Istituto Comprensivo di viale Adriatico:

 

Roma -

9 giugno 2010
Roma, IV municipio: il comitato dei genitori dell’I.C. Viale Adriatico 140 denuncia l’assegnazione illegittima da parte del IV Municipio di spazi pubblici ad una scuola privata




Il Comitato dei Genitori dell’Istituto comprensivo Viale Adriatico, 140 denuncia con forza e preoccupazione l’assegnazione illegittima da parte del IV Municipio di spazi pubblici di proprietà della Regione Lazio ad una scuola privata.


“L’edificio a cui appartengono i locali assegnati a tale scuola privata, ospita il nostro Istituto Comprensivo che da due anni soffre di una grave carenza di spazi a causa della dichiarata inagibilità di 9 aule e 3 laboratori.” dichiara Annalisa De Russis, Presidente del Consiglio d’Istituto “In tale situazione di grande disagio, di cui l’assessore alle politiche scolastiche e il presidente del municipio sono da tempo perfettamente a conoscenza, la giunta ha preferito dare spazio ad una scuola privata.”


I locali in questione, tra l’altro, erano stati precedentemente assegnati proprio all’Istituto Comprensivo di Viale Adriatico con un protocollo d’intesa sottoscritto nel 2001 dall’allora presidente del IV Municipio e dal dirigente scolastico, ed erano regolarmente utilizzati per la custodia dei materiali di alcuni laboratori. Ad oggi nessun atto successivo a interrotto tale accordo.


I genitori della scuola di viale adriatico ritengono dunque grave che la giunta del IV municipio abbia sottovalutato in questo modo il problema della carenza di spazi, dando priorità a privati, ignorando i precedenti accordi e le varie richieste in merito presentate sia dalla dirigenza scolastica che dai rappresentanti dei genitori. Gli stessi genitori. In quanto cittadini, trovano inaccettabile che vengano destinati spazi pubblici a soggetti ed iniziative che rappresentano un interesse limitato per la comunità ed il territorio.


Il Comitato segnala anche la sconcertante anomalia  dell’assegnazione da parte del Municipio di tali spazi all’associazione che intende aprire la scuola privata, in quanto avvenuta attraverso procedure incomplete e senza il consenso del legittimo proprietario dello stabile, la Regione Lazio, ricordando che tale modalità è Illegittima e suscettibile di valutazione penale.


 “Oggi (8 giugno, ndr) abbiamo spiegato  al Presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli  quanto sia per noi inaccettabile quanto sta accadendo, ma le nostre rimostranze sono state ritenute non degne di attenzione e pertanto riteniamo nostro dovere informare il resto della cittadinanza relativamente a questi fatti, chiedendo allo stesso tempo l’immediato ritiro dell’assegnazione dei locali di Viale Adriatico alla scuola privata”  termina Emanuela Marchili, Presidente del Comitato Genitori della scuola.

 

Comitato Genitori dell’Istituto Comprensivo di Viale Adriatico, 140

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni