Protocollo concorsi: bene il tampone, ma sia gratuito per i candidati!

Nazionale -

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha pubblicato il protocollo per i concorsi con le misure di prevenzione da attuare.

USB Scuola apprezza la volontà di proteggere la salute collettiva, ma sottolinea che questa tutela non può e non deve essere a spese degli individui.

Il protocollo prevede infatti che per accedere alle aule si deve presentare il referto di un tampone (rapido o molecolare) effettuato presso struttura pubblica o privata accreditata.

Sappiamo bene che l’effettuazione di questi tamponi ha tempi purtroppo incompatibili con gli obblighi imposti dalla Funzione Pubblica, mentre il privato ha sempre posti disponibili, purché si paghi. E non esistono costi calmierati, esiste un mercato selvaggio per cui se hai un’urgenza come questa si arriva a pagare un costo esorbitante per un tampone rapido, che varia dai 22 ai 60 euro, ma in vista di una forte affluenza non ci stupirebbero picchi di costi.

Allora la richiesta che facciamo al Ministero dell’Istruzione è che questi tamponi siano totalmente gratuiti: i candidati presentando la ricevuta di iscrizione al concorso non devono pagare nulla!

Abbiamo inviato al MI le nostre richieste.

Attendiamo risposte chiare che non penalizzino in alcun modo i precari che già sono obbligati a pagare un pizzo per i diritti di segreteria e non debbono sobbarcarsi altri balzelli!

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati