Salviamo i bambini. Assemblea streaming 29 maggio

Nazionale -

Il 29 maggio, alle 16.30, USB organizza una tavola rotonda in diretta streaming, per parlare dei bambini e delle bambine e dell’effetto che questa pandemia ha avuto su di loro e sui loro luoghi di vita principali: il nido e la scuola dell’infanzia.

La chiusura dei Nidi e delle Scuole dell'infanzia (e delle scuole tutte, naturalmente) ha segnato, forse più di ogni altra cosa, la vita quotidiana delle famiglie in questi mesi di emergenza sanitaria.

Spesso continuando a lavorare, nei luoghi tradizionali o in smart working, milioni di genitori (e di nonni) si sono trovati a vivere una nuova quotidianità per nulla semplice, e nella quale il problema della gestione e della qualità del tempo passato da bambini e bambine è stato un problema centrale.

Inoltre, la diffusione della pandemia Covid-19 ha ingenerato diverse difficoltà dal punto di vista sociale e relazionale rendendo, in alcuni casi, "invisibili" le famiglie con problemi socio-economici, sanitari o culturali.

La didattica a distanza, realizzata per e nell'emergenza, fatica ad arrivare alle famiglie vulnerabili o semplicemente poco avvezze alla tecnologia, creando differenze inaccettabili tra bambini e interrompendo, bruscamente, relazioni costruite nel tempo.

La misura del cambiamento che questa crisi ha portato, continua e continuerà a portare nelle nostre vite non è del tutto misurabile ancora. Come non lo sono le conseguenze psicologiche che essa avrà su tutti noi ma in particolare sui bambini. Dubbi, preoccupazioni e incertezze riguardano poi il tema della riapertura, necessità sociale sempre più pressante ma da contemperare con criteri di sicurezza e misure realmente efficaci. Si tratta di un grande problema ma anche di una grande occasione per ragionare in maniera seria sui modelli sociali e sulla capacità di una società di rinnovare se stessa tutelando il cuore stesso della vita: l'infanzia.

Il nostro convegno del 29 maggio vuole porsi come primo momento pubblico di confronto - tra lavoratrici, sindacato, genitori, medici del lavoro, psicologi dell'età evolutiva, pedagogisti. La più volte annunciata riapertura anticipata dei centri estivi non può essere discussa solo nei termini della necessità di un luogo dove i bambini possano stare mentre i genitori tornano al lavoro. Serve molto di più.

Salviamo i bambini non è il retorico richiamo al cuore di mamma (o di papà), ma il principio distintivo tra una società in grado di ragionare su come ricominciare, tra tutela della salute collettiva, necessaria qualità dell'intervento e benessere educativo di tutte le bambine e tutti i bambini, e la barbarie di chi, avendo sacrificato una generazione di nonni, non ha lo sguardo abbastanza umano e lungimirante per pensare seriamente al nostro futuro.

La diretta sarà trasmessa sui sitifunzionilocali.usb.it e scuola.usb.it, sulla pagina Facebook USB Enti Locali e sul canale Youtube USB Scuola, attraverso i quali è possibile interagire tramite messaggi avanzando proposte, portando testimonianze o ponendo domande.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni