Decreto Scuola approvato alla Camera: ora immediata pubblicazione del bando per l’assunzione ATA dei lavoratori ex-LSU e storici scuola

Nazionale -

È di pochi minuti fa l’approvazione da parte della Camera dei Deputati il cosiddetto “decreto scuola”, che contiene il passaggio necessario dell’eliminazione del colloquio nella procedura concorsuale per l’internalizzazione del personale ex-LSU e Storici per i quali da oltre vent’anni USB rivendica il diritto all’assunzione da parte dello Stato.

Vent’anni di lotta non solo contro i governi che si sono succeduti e che non hanno mai voluto avviare questo percorso di garanzia dei diritti, ma anche contro le cooperative e i sindacati complici, portatori di forti interessi che hanno ostacolato in ogni modo il raggiungimento dell’obiettivo.

Basta ricordare la “sospensione” della riserva del 30% dei posti pubblici vacanti per l’assunzione degli ex LSU/ATA operata dal Governo Amato ma fortemente sostenuta da CGIL CISL UIL, l’accettazione il 1 luglio 2001 della privatizzazione da parte degli stessi sindacati o, fatto ancora più grave, la rinuncia dei sindacati scuola (Snals e Cgil, Cisl e Uil) al tentativo di internalizzazione del servizio nel 2003 da parte del Ministro Letizia Moratti.

L’approvazione del decreto scuola spazza via tutti i dubbi e le infondatezze degli ultimi giorni, alimentate proprio da chi non ha mai voluto l’internalizzazione del servizio e l’assunzione ATA dei lavoratori ex-LSU e storici scuola.

USB per la parte sindacale e il M5S per la parte politica sono stati oggetto di attacchi immotivati e pretestuosi, con il solo obiettivo di colpire chi ha voluto l’internalizzazione ad ogni costo. A questo punto ci auguriamo che il bando esca quanto prima, ma resta comunque la nostra contrarietà per il taglio circa 240 assunzioni sui posti accantonati, sulla possibilità di attivare contratti part-time e per lo slittamento dell’assunzione al primo marzo.

Lavoreremo nei prossimi tre mesi per far in modo che eventuali contratti part-time incidano sul minor numero di lavoratori e che ci sia l’utilizzo tempestivo di tutti i fondi disponibili per la conversione dei contratti in full-time già dall’1 Marzo e continueremo inoltre a chiedere insistentemente il riconoscimento dell’anzianità del servizio prestato nelle scuole per tutti i lavoratori attualmente in appalto.

USB proseguirà il percorso al fianco degli ex-LSU e Storici sia durante la fase di iscrizione alla procedura concorsuale sia, e soprattutto, dal momento dell’ingresso nella Scuola Pubblica Statale in qualità di collaboratori Scolastici.

USB SEMPRE DALLA PARTE DEI LAVORATORI!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni